LA BIBLIOTECA DEL DIFENDERE LA VERA FEDE
printprintFacebook
QUESTO FORUM E' CONSACRATO ALLO SPIRITO SANTO... A LUI OGNI ONORE E GLORIA NEI SECOLI DEI SECOLI, AMEN!
 
Innamoriamoci della Sacra Scrittura! Essa ha per Autore Dio che, con la potenza dello Spirito Santo solo, è resa comprensibile (cf. Dei Verbum 12) attraverso coloro che Dio ha chiamato nella Chiesa Cattolica, nella Comunione dei Santi. Predisponi tutto perché lo Spirito scenda (invoca il Veni, Creator Spiritus!) in te e con la sua forza, tolga il velo dai tuoi occhi e dal tuo cuore affinché tu possa, con umiltà, ascoltare e vedere il Signore (Salmo 119,18 e 2 Corinzi 3,12-16). È lo Spirito che dà vita, mentre la lettera da sola, e da soli interpretata, uccide! Questo forum è CONSACRATO ALLO SPIRITO SANTO e sottolineamo che questo spazio non pretende essere la Voce della Chiesa, ma che a Lei si affida, tutto il materiale ivi contenuto è da noi minuziosamente studiato perchè rientri integralmente nell'insegnamento della nostra Santa Madre Chiesa pertanto, se si dovessero riscontrare testi, libri o citazioni, non in sintonia con la Dottrina della Chiesa, fateci una segnalazione e provvederemo alle eventuali correzioni o chiarimenti!
 
Previous page | 1 | Next page
Facebook  

LIBRO DEI PROVERBI

Last Update: 9/3/2009 12:44 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 1,208
Gender: Male
9/3/2009 12:41 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

12         1Chi ama la correzione ama la scienza,

              chi odia il rimprovero è uno stupido.

              2Chi è buono ottiene il favore del Signore,

              il quale condanna il malintenzionato.

              3Non si consolida l’uomo con la malvagità,

              ma la radice dei giusti non sarà smossa.

              4Una donna forte è la corona del marito,

              ma quella svergognata è come carie nelle sue ossa.

              5I pensieri dei giusti sono equità,

              i propositi degli empi sono frode.

              6Le parole degli empi sono insidie mortali,

              ma la bocca degli uomini retti li salverà.

              7Gli empi, una volta abbattuti, più non sono,

              ma la casa dei giusti resta salda.

              8Un uomo è lodato in proporzione alla sua intelligenza,

              ma chi ha il cuore perverso è disprezzato.

              9Un uomo di poco conto che ha un servitore

              vale più di uno che si vanta, a cui manca il pane.

              10Il giusto si prende cura del suo bestiame,

              ma i sentimenti degli empi sono spietati.

              11Chi coltiva la sua terra si sazia di pane,

              chi insegue chimere è proprio uno stolto.

              12Le brame dell’empio sono una rete di mali,

              la radice dei giusti dà molto frutto.

              13Nel peccato delle sue labbra si impiglia il malvagio,

              ma il giusto sfugge a tale angoscia.

              14Con il frutto della bocca ci si sazia di beni;

              ciascuno sarà ripagato secondo le sue opere.

              15La via del malvagio è retta ai propri occhi,

              il saggio, invece, ascolta il consiglio.

              16Lo stolto manifesta subito la sua collera,

              ma chi è avveduto dissimula l’offesa.

              17Chi dice la verità proclama la giustizia,

              chi testimonia il falso favorisce l’inganno.

              18C’è chi chiacchierando è come una spada tagliente,

              ma la lingua dei saggi risana.

              19Il labbro veritiero resta saldo per sempre,

              quello bugiardo per un istante solo.

              20L’inganno è nel cuore di chi trama il male,

              la gioia invece è di chi promuove la pace.

              21Al giusto non può accadere alcun male,

              i malvagi invece sono pieni di guai.

              22Le labbra bugiarde sono un obbrobrio per il Signore:

              egli si compiace di chiunque fa la verità.

              23Chi è avveduto nasconde quello che sa,

              il cuore degli stolti proclama stoltezze.

              24La mano operosa ottiene il comando,

              quella pigra invece è destinata a servire.

              25L’afflizione deprime il cuore dell’uomo,

              una parola buona lo allieta.

              26Il giusto è guida sicura per il suo prossimo,

              ma la via dei malvagi li porta fuori strada.

              27Il pigro non troverà selvaggina,

              ma la persona industriosa possiede una fortuna.

              28Sui sentieri della giustizia si trova la vita,

              la sua strada non va mai alla morte.

 

 

13         1Il figlio saggio ama la correzione del padre,

              lo spavaldo non ascolta il rimprovero.

              2Con il frutto della bocca ci si nutre di beni,

              ma l’appetito dei perfidi si ciba di violenza.

              3Chi sorveglia la bocca preserva la sua vita,

              chi spalanca le sue labbra va incontro alla rovina.

              4Il pigro brama, ma non c’è nulla per il suo appetito,

              mentre l’appetito dei laboriosi sarà soddisfatto.

              5Il giusto odia la parola falsa,

              l’empio disonora e diffama.

              6La giustizia custodisce chi ha una condotta integra,

              la malvagità manda in rovina il peccatore.

              7C’è chi fa il ricco e non ha nulla,

              c’è chi fa il povero e possiede molti beni.

              8Riscatto della vita d’un uomo è la sua ricchezza,

              ma il povero non avverte la minaccia.

              9La luce dei giusti porta gioia,

              la lampada dei malvagi si spegne.

              10L’insolenza provoca litigi,

              ma la sapienza sta con chi accetta consigli.

              11La ricchezza venuta dal nulla diminuisce,

              chi la accumula a poco a poco, la fa aumentare.

              12Un’attesa troppo prolungata fa male al cuore,

              un desiderio soddisfatto è albero di vita.

              13Chi disprezza la parola si rende debitore,

              chi rispetta un ordine viene ricompensato.

              14L’insegnamento del saggio è fonte di vita

              per sfuggire ai lacci della morte.

              15Il senno procura favore,

              ma il contegno dei perfidi porta alla rovina.

              16La persona avveduta prima di agire riflette,

              lo stolto mette in mostra la sua stupidità.

              17Un cattivo messaggero causa sciagure,

              un inviato fedele porta salute.

              18Povertà e ignominia a chi rifiuta la correzione,

              chi tiene conto del rimprovero sarà onorato.

              19Desiderio appagato è dolcezza per l’anima;

              fa orrore agli stolti evitare il male.

              20Va’ con i saggi e saggio diventerai,

              chi pratica gli stolti ne subirà danno.

              21La sventura insegue i peccatori,

              il bene è la ricompensa dei giusti.

              22L’uomo buono lascia eredi i figli dei figli,

              è riservata al giusto la ricchezza del peccatore.

              23Vi è cibo in abbondanza nei campi dei poveri,

              ma può essere sottratto per mancanza di giustizia.

              24Chi risparmia il bastone odia suo figlio,

              chi lo ama è pronto a correggerlo.

              25Il giusto mangia fino a saziarsi,

              ma il ventre dei malvagi resta vuoto.

 

 

14         1La donna saggia costruisce la sua casa,

              quella stolta la demolisce con le proprie mani.

              2Cammina nella propria giustizia chi teme il Signore,

              ma chi è traviato nelle proprie vie lo disprezza.

              3Nella bocca dello stolto c’è il germoglio della superbia,

              ma le labbra dei saggi sono la loro salvaguardia.

              4Se non ci sono buoi la greppia è vuota,

              l’abbondanza del raccolto sta nel vigore del toro.

              5Il testimone sincero non mentisce,

              chi proferisce menzogne è testimone falso.

              6Lo spavaldo ricerca la sapienza ma invano,

              la scienza è cosa facile per l’intelligente.

              7Stai lontano dall’uomo stolto:

              in lui non troverai labbra sapienti.

              8Il sapiente avveduto conosce la sua strada,

              ma la stoltezza degli sciocchi è inganno.

              9Tra gli stolti risiede la colpa,

              tra i giusti dimora la benevolenza.

              10Il cuore conosce la propria amarezza

              e alla sua gioia non partecipa l’estraneo.

              11La casa degli empi sarà abbattuta,

              ma la tenda dei giusti prospererà.

              12C’è una via che sembra diritta per l’uomo,

              ma alla fine conduce su sentieri di morte.

              13Anche nel riso il cuore prova dolore

              e la gioia può finire in pena.

              14Il perverso si sazia della sua condotta,

              l’uomo buono delle sue opere.

              15L’ingenuo crede a ogni parola,

              ma chi è avveduto controlla i propri passi.

              16Il saggio teme e sta lontano dal male,

              lo stolto invece è impulsivo e si sente sicuro.

              17Chi è pronto all’ira commette sciocchezze,

              il malintenzionato si rende odioso.

              18Gli inesperti ereditano la stoltezza,

              gli accorti si coronano di scienza.

              19I cattivi si inchinano davanti ai buoni,

              i malvagi davanti alle porte del giusto.

              20Il povero è odioso anche a chi gli è pari,

              ma numerosi sono gli amici del ricco.

              21Chi disprezza il prossimo pecca,

              beato chi ha pietà degli umili.

              22Non errano forse quelli che compiono il male?

              Amore e fedeltà per quanti compiono il bene.

              23In ogni fatica c’è un vantaggio,

              ma le chiacchiere portano solo miseria.

              24Corona dei saggi è la loro ricchezza,

              la follia degli stolti produce solo follia.

              25È salvezza per molti il testimone veritiero,

              ma chi proferisce menzogne è un impostore.

              26Nel timore del Signore sta la fiducia del forte;

              anche per i suoi figli egli sarà un rifugio.

              27Il timore del Signore è fonte di vita

              per sfuggire ai lacci della morte.

              28Un popolo numeroso è la gloria del re,

              ma la scarsità di gente è la rovina del principe.

              29Chi è paziente ha grande prudenza,

              chi è iracondo mostra stoltezza.

              30Un cuore tranquillo è la vita del corpo,

              l’invidia è la carie delle ossa.

              31Chi opprime il povero offende il suo creatore,

              chi ha pietà del misero lo onora.

              32Dalla propria cattiveria è travolto il malvagio,

              anche nella morte il giusto trova rifugio.

              33In un cuore intelligente risiede la sapienza,

              ma in mezzo agli stolti verrà riconosciuta?

              34La giustizia esalta una nazione,

              ma il peccato è la vergogna dei popoli.

              35Il favore del re è per il ministro intelligente,

              la sua ira è per l’indegno.

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:10 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com